Filtra per categoria

Cumulo rapporti part time e limiti orario prestazioni

Fermo restando il limite di 48 ore settimanali, previsto dal dec.legvo n.66/03, non risulta vietato al lavoratore cumulare con dìstinti datori più rapporti di lavoro part time con più datori di lavoro è possibile
Si rimarca, tuttavia, che in ta caso lavoratore ha l’onere di comunicare ai datori di lavoro l’ammontare delle ore in cui può prestare la propria attività nel rispetto dei limiti prervisti e fornire ogni altra informazione utile in tal senso,richiamda in marito la previsione della circolare n.8/05 del MLPS.
Inoltre, va da sé che ,in ordine al trattamento delle ore che superano le 40 settimanali, le stesse vanno calcolate con riferimento al singolo rapporto di lavoro, così che che non si debbono applicare maggiorazioni.
Infine, per il riposo settimanale, si richiama la risposta del MLPS all’ un interpello del 2006, secondo cui “nelle ipotesi di cumulo di più rapporti di lavoro a tempo parziale con più datori di lavoro, resta fermo l’obbligo del rispetto dei limiti di orario di lavoro e del diritto al riposo settimanale del lavoratore, come disciplinati dal d.lgs. n. 66/2003”.

-->