Filtra per categoria

Licenziamento vale anche se lavoratore rifiuta il ritiro

E’ legittimo e produce effetti il licenziamento anche se il lavoratore si è rifiutato di riceverlo.
Una successiva raccomandata non costituisce prova della mancata comunicazione precedente, ma una cautela del datore.

La Corte di Cassazione con la sentenza n. 22717/2015 così si è espressa in merito alla vicenda che ha visto coinvolto un lavoratore che aveva rifiutato di ricevere la consegna a mano della lettera di licenziamento. Il primo principio confermato dalla Cassazione consiste nel fatto che, fermo restando l’onere della prova a carico del datore di lavoro della comminazione per iscritto del licenziamento, la consegna a mano e il rifiuto del lavoratore di sottoscrivere per ricevuta, ben possono formare oggetto di prova testimoniale.

-->