Filtra per categoria

Garanzia Giovani, al via il bando per l’autoimpiego

Si chiama SelfiEmployment e sarà il nuovo strumento finanziario messo in campo dal Ministero del lavoro.
Fornirà supporto alle capacità imprenditoriali e di autoimpiego dei giovani: ne ha dato notizia il Ministro Giuliano Poletti in una conferenza stampa tenuta lo scorso 18 novembre.

Operativo già dalla metà del prossimo mese di gennaio, il SELFIEmployment sarà un Fondo rotativo (ossia alimentato dalla restituzione dei prestiti concessi) gestito da Invitalia s.p.a. e con una dotazione iniziale di 124 milioni, destinato a fornire supporto finanziario all’autoimpiego e all’autoimprenditorialità nell’ambito della Garanzia Giovani.

Prende corpo in tal modo la seconda tipologia di interventi prevista dal Programma Operativo Nazionale (PON) a favore dei giovani neet (not in employment, not in education, not in training), quella specificamente mirata a favorire il ricorso al credito agevolato (l’altra è invece mirata alla formazione ed allo sviluppo di competenze imprenditoriali).

Inizialmente potranno accedervi i giovani di età compresa tra i 18 ed i 29 anni iscritti a Garanzia Giovani che abbiano utilmente completato i percorsi di accompagnamento all’avvio di impresa e supporto allo start-up. Eventuali società saranno ammesse al programma purché formate totalmente o prevalentemente (capitale e numero di soci) da giovani neet.

Successivamente si prevede di estendere l’operatività anche ad altri soggetti (disoccupati di lunga durata, giovani non neet ec.). I prestiti concessi dal Fondo, esenti da interessi, saranno compresi tra le 5mila e le 50mila euro e potranno essere restituiti in un periodo massimo di 7 anni.

Non sono richieste garanzie accessorie mentre sono previste forme di tutoraggio successive all’avvio della attività. Saranno finanziabili iniziative di lavoro autonomo (anche tramite le società di professionisti), associazioni, attività di impresa e microimpresa, incluso il franchising.

Il soggetto gestore (Invitalia s.p.a.) si occuperà, con il concorso del Ministero, di tutte le fasi operative: istruttoria, erogazione del credito, gestione, controllo e monitoraggio circa l’utilizzo dei fondi erogati, tutoraggio per le iniziative ammesse al finanziamento.

Le anticipazioni ministeriali parlano di circa 8 mila domande presentabili dalla metà del prossimo mese di gennaio, e di 4.200 finanziamenti già erogabili a partire dal successivo mese di marzo.

-->