Filtra per categoria

Convalida delle dimissioni: nuova procedura

Revisione della procedura di convalida delle dimissioni
L’argomento di cui al titolo è disciplinato dall’art.26 del decreto legvo n.151/2015 ,riguardante la semplificazione degli adempimenti a carico di imprese e cittadini ,in vigore dal 24 setembre 2015.

Di seguito si evedenziano gli aspetti significativi previsti dalla disposizione in esame.

A cosa non si applica l’art.26?
Alle dimissioni presentata dalla lavoratrice, durante il periodo di gravidanza, e dalla lavoratrice o dal lavoratore durante il primo anno di vita del bambino o nel primo anno di accoglienza del minore adottato o in affidamento, deve essere convalidata dal servizio ispettivo del Ministero del lavoro, competente per territorio. A detta convalida e’ condizionata la risoluzione del rapporto di lavoro.(art.55 ,c.4 dec.legvo n.151)01.

A cosa si applica l’art.26 ?
Alle altre dimissioni ed alle risoluzioni consensuali del rapporto di lavoro

Con quali modalità si convalidano le altre dimissioni e risoluzioni consensuali?
Con modalità telematiche su appositi moduli resi disponibili dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali attraverso il sito www.lavoro.gov.it e trasmessi al datore di lavoro e alla Direzione territoriale del lavoro competente con le modalità individuate con il decreto del Ministro del lavoro e delle politiche sociali , da emanare entro 90 giorni dalla dal 24 settembre 2’015 , che stabilisce i dati di identificazione del rapporto di lavoro da cui si intende recedere o che si intende risolvere, i dati di identificazione del datore di lavoro e del lavoratore, le modalità di trasmissione nonché gli standard tecnici atti a definire la data certa di trasmissione.

Esistono ulteriori modalita’ di trasmissione dei moduli ?
La trasmissione dei moduli d può avvenire anche per il tramite dei patronati, delle organizzazioni sindacali nonché degli enti bilaterali e delle commissioni di certificazione

Termine revoca dimissioni e risoluzioni consensuali
Entro sette giorni dalla data di trasmissione del modulo di cui sopra ,1 il lavoratore ha la facoltà di revocare le dimissioni e la risoluzione consensuale con le medesime modalità.

Sanzioni
Salvo che il fatto costituisca reato, il datore di lavoro che alteri i moduli di cui sopra è punito con la sanzione amministrativa da euro 5.000 ad euro 30.000. L’accertamento e l’irrogazione della sanzione sono di competenza delle Direzioni territoriali del lavoro e si applicano, in quanto compatibili, le disposizioni di cui alla legge 24 novembre 1981, n. 689.

Rapporto lavoro domestico
Le dispposizioni precisate nei precedenti punti non sono applicabili al lavoro domestico

Dimissioni e risoluzioni consensuali in sedi protette
Nel caso in cui le dimissioni o la risoluzione consensuale intervengono nelle sedi di cui all’articolo 2113, quarto comma, del codice civile o avanti alle commissioni di certificazione di cui all’articolo 76 del decreto legislativo n. 276 del 2003.,non si applicano le dispposizioni sopra triportaste

Decorrenza disposizioni art.26
Le disposizioni di cui all’art.26 trovano applicazione a far data dal sessantesimo giorno successivo alla data di entrata in vigore del decreto del MLPS e dalla medesima data sono abrogati i commi da 17 a 23-bis dell’articolo 4 della legge 28 giugno 2012, n. 92.

-->