Filtra per categoria

Sgravio contributivo per i vecchi Cds

Bonus per i «vecchi» contratti difensivi
Al via lo sgravio contributivo agganciato ai contratti di solidarietà (Cds) difensivi supportati da Cigs stipulati in base all’articolo 1 del Dl 726/1984. L’agevolazione è stata introdotta dal Dl 510/1996 e modificata dall’articolo 5 del Dl 34/2014.

Si tratta di una riduzione pari al 35% dell’ammontare dei contributi dovuti per i lavoratori a cui viene ridotto l’orario di lavoro di oltre il 20 per cento, come ricordato dalla circolare 25/2015 diffusa ieri dal ministero del Lavoro. Alla decontribuzione possono accedere le imprese che, al 15 settembre 2015 hanno in corso, ovvero sottoscrivano successivamente, Cds e che hanno individuato strumenti finalizzati a realizzare un miglioramento della produttività.

L’incentivo è riconosciuto per periodi non precedenti al 21 marzo 2014 e per tutta la durata del contratto di solidarietà previsto dall’accordo costitutivo. Tuttavia, in relazione al contingentamento (annuale) delle risorse (15 milioni di euro), lo sgravio viene riconosciuto per un periodo massimo di 12 mesi.

Nella circolare vengono illustrate le procedure da seguire per l’inoltro dell’istanza di ammissione e si evidenzia che le domande verranno monitorate al fine di verificare il rispetto dei limiti di spesa. Se, anche in via presuntiva, si andrà oltre il tetto massimo, le richieste saranno accettate con riserva. Le aziende interessate dovranno presentare domanda corredata da una marca da bollo da 16.00 euro. In un apposito riquadro del modulo deve essere indicato il numero identificativo di 14 cifre e la data della marca da bollo, che dovrà essere conservata in azienda.

L’istanza deve, tra l’altro, contenere il numero identificativo della richiesta di Cigs-online. L’inoltro della domanda è esclusivamente telematico. L’invio va eseguito, contestualmente a: Dgammortizzatorisociali.div3@pec.lavoro.gov.it;
SgraviContrattiSolidarieta@postacert.inps.gov.it;
contributi@inpgi.legalmail.it
(solo per i lavoratori iscritti all’Inpgi). Un copia va trasmessa anche alla Pec della Dtl competente in base alla sede legale dell’azienda.

Il termine di presentazione delle domande è fissato in 30 giorni dalla data di sottoscrizione del contratto di solidarietà; per quelli già in essere la scadenza è l’11 novembre 2015. Le domande che verranno trasmesse oltre il termine previsto, o che si riferiscono a una riduzione oraria pari o inferiore al 20%, verranno rigettate senza appello. Per le istanze prive di relazione illustrativa o non sottoscritte digitalmente, gli uffici competenti potranno richiedere la regolarizzazione. Infine, il ministero precisa che le domande inoltrate prima del 12 ottobre 2015 non saranno prese in considerazione.

-->