Filtra per categoria

Fissate le retribuzioni convenzionali Inail

Le retribuzioni convenzionali Inail 2015
L’Inail rende noti con la circolare 72 di ieri i nuovi valori delle retribuzioni convenzionali utile per calcolare il premio assicurativo di molte categorie di lavoratori assicurati con retribuzione convenzionale ancorata al minimale o al massimale di rendita.

I nuovi valori conseguono alla rivalutazione delle prestazioni economiche erogate dall’Inali nel settore industriale operata dal Dm 30 giugno 2015 che fissa minimale e massimale di rendita nelle misure rispettivamente di 16.195,20 e di 30.076,80 euro per il 2015.

Per i lavoratori parasubordinati il premio assicurativo 2015 è calcolato su un imponibile compreso tra 1.349,60 e 2.506,40 euro; in questo caso il premio è posto per un terzo in capo al lavoratore e per due terzi in capo al committente. Considerato che il rapporto di co.co.co non prevede una prestazione a tempo, minimale e massimale di rendita devono essere divisi in mesi (anziché in giorni), per confrontarli con il compenso medio mensile, ottenuto dividendo i compensi effettivi per i mesi, o frazioni di mesi, di durata del rapporto di collaborazione. L’importo mensile che risulta da questo confronto va, poi, moltiplicato per i mesi, o frazioni di mesi, di durata effettiva del rapporto.

Lo stesso discorso vale per le collaborazioni occasionale – non più di 30 giorni in un anno – in questo caso però è previsto anche un valore minimo e massimo giornaliero rispettivamente pari a 53,98 e 100,26 euro. Nel caso di collaborazioni occasionali, nell’ambito dei servizi di cura e assistenza alla persona, non superiore a 240 ore, con lo stesso committente e con un compenso non superiore a 5mila euro nel medesimo anno, la base imponibile è costituita dai compensi effettivamente percepiti nel rispetto del minimale e massimale di rendita rapportata:

  • ai giorni di effettiva durata del rapporto indicati nel contratto
  • al mese, qualora in sede contrattuale non sia specificata la durata effettiva del rapporto.

Per il personale di area dirigenziale, il cui premio assicurativo è calcolato per legge sul massimale per la liquidazione delle rendite per invalidità permanente pari a 100,26 euro a livello giornaliero e a 2.506,40 euro a livello mensile. La retribuzione convenzionale oraria per il 2015 per i dirigenti con contratto part time è pari a 12,53 euro. L’obbligo assicurativo contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali è stato introdotto dall’articolo 4 del Dlgs 38/2000. Al riguardo, si applica il criterio della retribuzione convenzionale annuale divisibile in 300 giorni lavorativi (per i part time l’importo orario del massimale di rendita, va moltiplicato per l’orario totale definito dal contratto).

La rivalutazione delle prestazioni economiche interessa anche la retribuzione di ragguaglio pari per il 2015 a livello mensile a euro 1349,60 e comporta anche un adeguamento del premio pagato dagli alunni e studenti delle scuole o istituti di istruzione di ogni ordine e grado, non statali, addetti ad esperienze tecnico–scientifiche o esercitazioni pratiche o di lavoro. Infatti dal 1° luglio 2015, la misura del premio annuale a persona aumenta proporzionalmente a € 2,59 e, quindi, l’importo dovuto per la regolazione relativa all’anno scolastico 2014/2015 risulta uguale a € 2,58 . Pertanto, in ordine al periodo gennaio – ottobre 2015, non va applicata alcuna integrazione rispetto al premio di € 2,58 già richiesto.

-->