Filtra per categoria

Rinnovo Ccnl trasporti cooperative con importanti deleghe

Ccnl Trasporto merci e logistica: sottoscrizione delle Confederazioni cooperative
Attraverso il verbale di accordo 8 maggio 2015, Agci-Servizi, Federlavoro-Confcooperative, Legacoopservizi, Filt-Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti hanno sottoscritto un verbale di accordo che recepisce il rinnovo del contratto collettivo nazionale di lavoro 1° agosto 2013.
L’accordo si applica esclusivamente alle cooperative che abbiano ad oggetto attività di facchinaggio, di trasporto, di logistica e movimentazione merci come disciplinate dal Ccnl nella sezione riferita alla Cooperazione.
Oggetto del verbale sono le seguenti materie:

  • superamento della gradualità per il settore della cooperazione;
  • regolamentazione di un sistema di flessibilità;
  • una tantum contrattuale;
  • classificazione del personale.

Gradualità
In riferimento alla stipulazione del verbale di accordo le cooperative daranno corso al definitivo superamento della gradualità sugli istituti contrattuali dalla stessa interessati.

Flessibilità
Le cooperative in mutualità prevalente da almeno 3 anni, con un patrimonio netto nell’esercizio precedente uguale o superiore al 3% del fatturato e quelle che applicano integralmente il Ccnl Autotrasporto merci e logistica possono usufruire di un particolare regime di flessibilità, attraverso il quale le ore di permesso retribuite relative a Rol, ex festività e festività cadenti di sabato/domenica, saranno sostituite con diverse modalità di pagamento caratterizzate dall’istituzione di un Premio di Risultato composto da una parte fissa ed una variabile.
Un’ulteriore parte oraria pari a 48 ore potrà essere destinata, invece, ad un specifico regime di banca ore. Con cadenza trimestrale, le imprese retribuiranno la maggiorazione oraria (al 10%) sulle ore accantonate e potranno utilizzare le ore accumulate a compensazione delle minori ore prestate nei periodi di calo dei volumi di lavoro. Alla fine dell’anno solare verrà retribuito il 40% delle ore non utilizzate, mentre il rimanente 60% sarà destinato al premio di risultato.
I regimi di flessibilità dovranno essere definiti a livello aziendale o territoriale.

Una tantum
A copertura del periodo dal 1° gennaio 2013 al 30 aprile 2015, ai lavoratori in servizio alla data del 1° maggio 2015 sarà corrisposta una somma pari a 400,00 euro a titolo di una tantum, da corrispondersi in due tranche di pari importo, la prima con la busta paga di luglio 2015, la seconda entro il 31 dicembre 2015. Per i lavoratori assunti nel corso del periodo di vacanza contrattuale, gli importi predetti dovranno essere riproporzionati.

Classificazione del personale
Attraverso apposita dichiarazione a verbale delle Associazioni cooperative, viene precisato che i livelli 6j e 6s sono livelli di inserimento per i soci cooperatori, i quali, superato il periodo di permanenza previsto dal Ccnl per gli stessi livelli, verranno inquadrati nel livello di inquadramento professionale in base all’effettiva mansione prevalentemente svolta.

-->