Filtra per categoria

Pagamento contributo Cig con F24

Recupero contributo addizionale Cig: nuova causale contributo
Con la Risoluzione n. 24/E del 4 marzo 2015 l’agenzia delle Entrate comunica l’istituzione della nuova causale contributo “RCAD” (“Recupero contributo addizionale CIG”) per il versamento, tramite Modello F24, delle somme dovute per il recupero del contributo addizionale Cig.

Si ricorda che tale contributo aggiuntivo:

  • risulta pari al 4% ovvero all’8%, in relazione alle dimensioni aziendali;
  • viene calcolato sull’ammontare dell’integrazione corrisposta;
  • non risulta dovuto se la causale che ha determinato il ricorso alla cassa integrazione è stata classificata come “oggettivamente non evitabile”. Come precisato dall’Inps nella circolare n. 148/1994 rientrano in tale casistica i casi fortuiti, improvvisi e non prevedibili, per i quali risulti evidente e certa la forza maggiore;
  • si affianca all’aliquota contributiva “ordinaria” di finanziamento dell’istituto pari all’1,90%, per le aziende fino a 50 addetti nell’anno solare precedente, e al 2,20%, per le aziende con più di 50 addetti nell’anno solare precedente.

La compilazione del Modello F24

  • In sede di compilazione del Modello F24, la nuova causale, istituita per esplicita richiesta dell’Istituto, deve essere esposta nella sezione “INPS”, nel campo “causale contributo”, in corrispondenza, esclusivamente, delle somme indicate nella colonna “importi a debito versati”, indicando:
  • nel campo “codice sede”, il codice della sede INPS competente;
  • nel campo “matricola INPS/codice INPS/filiale azienda”, la matricola INPS dell’azienda;
  • nel campo “periodo di riferimento”, nella colonna “da mm/aaaa”, il mese e l’anno di riscossione del contributo (nel formato “MM/AAAA”). Nessun valore va inserito nella colonna “a mm/aaaa”.

-->